FAQ Domande e risposte frequenti (le risposte sono informative) | EKOSEN

FAQ Domande e risposte frequenti (le risposte sono informative)

1. Perché sempre più persone decidono per il riscaldamento IR?

  • Perché risparmiamo fino al 65% sui costi del riscaldamento

  • I pannelli IR sono convenienti, l'investimento può essere fatto passo dopo passo (si inizia con il bagno oggi, il soggiorno domani...)

  • Previene la formazione di muffe e umidità

  • Allunga la vita dell'edificio

  • Grazie alle superfici degli oggetti più calde, dà una sensazione di calore più naturale

  • Distribuisce uniformemente il calore tra il pavimento e il soffitto, e dà una sensazione di riscaldamento a pavimento

  • I pannelli di riscaldamento IR non hanno parti in movimento e quindi hanno una durata fino a 3 volte più lunga rispetto ad altri sistemi di riscaldamento

  • Sono un prodotto ecologico, poiché nella produzione e nel riciclaggio viene utilizzata pochissima energia rispetto ai tradizionali sistemi di riscaldamento centralizzato.

  • Nessuna manutenzione

  • La gestione è semplice

  • Non c'è bisogno di uno spazio per la caldaia, camino

  • La facilità di installazione non richiede grandi interventi nell'edificio

  • La bella forma dei pannelli si adegue perfettamente allo spazio

  • L'elettricità è (a lungo termine) economica, poiché può essere ottenuta da varie fonti

  • Quando c'è un'interruzione di corrente, la temperatura nella stanza scende molto lentamente

  • Ogni stanza può essere temperata separatamente

  • Risparmia tempo e preoccupazioni

  • Riscaldamento ideale per tutte le generazioni

 

2. Per riscaldare la stessa stanza a 22 gradi, si richiede la stessa quantità di energia, indipendentemente dalla fonte di riscaldamento?

Il termine fonte di calore è inteso da ogni individuo diversamente: come dispositivo di riscaldamento (convettori, radiatori, condizionatori), tipo di riscaldamento (centrale, locale), fonte di energia (gas, combustibili solidi, elettricità...) o metodo di trasferimento di energia (convezione, conduzione, radiazione termica).

Che dire dei termini "energia effettivamente consumata" e "energia teoricamente consumata"? La risposta alla domanda dipende dalla definizione e daremo una spiegazione a tutto..

Partiamo in basi alle leggi della fisica. Per cambiare la temperatura di qualsiasi sostanza, dobbiamo modificare la quantità di calore di quella sostanza. Se a una sostanza viene fornita una certa quantità di calore, la variazione di temperatura dipende dalle proprietà della sostanza e dalla quantità di calore. Quindi la fonte di calore ricevuta dalla sostanza non è importante, poiché la variazione della temperatura sarà sempre la stessa. Tuttavia, se ci chiediamo riguardo la temperatura nella stanza, la questione è molto più complessa, soprattutto per quanto riguarda l'influenza della sorgente sulla quantità di energia trasferita in questa stanza. Quando aggiungiamo un'influsso per l'aumento della temperatura e sulla posizione della misurazione, specialmente se aggiungiamo come variabile l'uomo, che dice quando sente caldo, indipendentemente da ciò che mostra il termostato, la questione è ancora più complessa.

Quindi cambia la quantità di energia necessaria per fare salire ad una certa temperatura della stessa sostanza? La risposta è no. Invece, se cambiamo il modo (fonte) di trasferimento energetico nella stanza, in cui il termostato spegne il riscaldamento, l'energia effettivamente utilizzata cambia? Ovviamente sì.

Bisogna tener conto del rapporto tra i corpi, che ricevono il calore e del luogo in cui misuriamo la temperature, che spegnerà la fonte di calore. Prendiamo, ad esempio, una palla da 100 kg, che viene riscaldata dall'interno o dall'esterno. La palla è in una stanza dove vogliamo avere una temperatura di 21°C. Il termostato spegne il riscaldamento quando l'aria raggiunge i 21°C. Ora posizioniamo in questa stanza prima un pannello IR, che riscalda la superficie della palla e della stanza, e dopo posizioniamo il corpo riscaldante al centro della sfera. Misuriamo il consumo di energia e osserviamo ciò che accade normalmente durante l'anno. È subito chiaro, che un sistema con un corpo riscaldante al centro della palla avrà un consumo energetico molto più elevato, che la stanza si surriscalda spesso e che il controllo della temperatura sarà abbastanza difficile, poiché questo corpo riscaldante deve prima riscaldare l'intera massa della palla, solo allora riscalderà la stanza spesso e viene per questa ragione surriscaldata. Nel primo caso invece, la superfici della stanza e della palla saranno rapidamente calde il giusto. Inoltre non è necessario riscaldare l'intera palla, ma solo la superficie, poiché questa ci terrà ugualmente caldi. Quando si riscalda, è importante solamente, che le superfici abbiano la temperatura del flusso di calore desiderata ovvero su una temperatura media di 21 ° C, che include tutto ciò che ci circonda, sia l'aria che gli oggetti. Per questo motivo, durante l'inverno con un riscaldamento classico l'aria deve essere più calda, in modo da non sentire il freddo, e d'estate invece possiamo già sentire il caldo a 21°C se le pareti sono più calde. Quindi il bisogno delle pareti della stanza non è cambiato, abbiamo solo cambiato il modo in cui forniamo l'energia e di conseguenza è cambiato tutto. Ovviamente questo è solo un esempio fortemente esagerato, che mostra solo, che dobbiamo sempre prendere in considerazione la situazione reale e non solo le perdite di calore calcolate e dopo compensarle in qualche maniera.

Differenze simili, sebbene minori, si verificano quando si confrontano il riscaldamento a infrarossi e il riscaldamento a convezione tradizionale. Chiediamoci cosa riscalda l'aria calda e quanto la temperatura dell'aria influenza la ventilazione e altre dispersioni di calore, e cosa riscalda invece il pannello IR e quanta ventilazione e dispersione di calore ci sono in questo caso. Vediamo subito grandi differenze. Una diversa massa, una diversa quantità di massa, diverse temperature in diverse parti della stanza, e infine un diverso consumo di energia con lo stesso termostato che spegne il riscaldamento alla stessa temperatura. Anche se fissiamo il pannello al soffitto o alla parete, si verificano differenze misurabili nel consumo di energia.

Prendi un ferro da stiro da 2 kW e appoggialo alla parete esterna in pieno inverno o un radiatore da 2 kW o un pannello IR. Farà altrettanto caldo? Inoltre, i pannelli IR riscaldano gli ambienti in modo diverso a seconda che siano a parete o a soffitto. Perché? Perché i corpi riscaldanti a IR ad alta temperatura non riscaldano le stesse stanze con uguale efficienza di quelli a bassa temperatura? Ne possiamo dedurre, che la modalità di trasferimento dell'energia conta per il consumo effettivo.

E l'energia? Se ci chiediamo se ci sono differenze con lo stesso sistema di riscaldamento e la stessa efficienza energetica, ovviamente non ce ne sono. Ma se cambiamo solo la posizione del radiatore in questo sistema, ci saranno cambiamenti nel consumo di energia. In effetti, ci sono sempre differenze nell'efficienza energetica propria della fonte di energia. Prendi ad esempio la legna asciutta e bagnata e la faccenda sarà chiara. Quindi non possiamo nemmeno confrontare le stesse fonti di energia. E la stufa e la posizione della stufa? Ha importanza se la stufa si trova nell'edificio o a 500 m di distanza? Ha importanza dove vengono messi i tubi? Crediate, che una pompa di calore può essere una soluzione più costosa dell'olio se si trova a 500 m dall'impianto.

Riscaldamento locale o centralizzato? Il riscaldamento centralizzato è una soluzione molto dispendiosa, soprattutto nei periodi di transizione a causa delle perdite del sistema e della mancata reazione. L'effetto dipende anche dallo stile di vita. Ancora una volta, non c'è paragone.

Quindi, in teoria, abbiamo sempre bisogno della stessa energia per aumentare la stessa sostanza alla stessa temperatura. Ma con come lo facciamo e dove mettiamo l'energia, influenziamo quanta energia usiamo effettivamente per aumentare la temperatura nella stanza. In pratica, non è possibile confrontare le stesse fonti di energia, tanto meno sistemi di riscaldamento diversi in termini di consumo energetico. Ciò è evidenziato anche dal fatto che gli utenti del riscaldamento IR consumano in media il 60% in meno di energia rispetto agli impianti centralizzati e circa il 30% in meno rispetto agli impianti elettrici, e se confrontiamo il comfort termico le differenze sono ancora maggiori.

 

3.  Il riscaldamento con i pannelli IR è veramente il più economico?

Sì. Il riscaldamento a infrarossi è quasi sempre il riscaldamento più economico, il risparmio può essere enorme. Se attualmente riscaldi con i termosifoni normali, gasolio o gas liquido, hai una vecchia stufa a metano o a legna, non utilizzi tutto lo spazio abitativo, allora potrai dimezzare la bolletta annuale del riscaldamento, con un risparmio dimostrabile fino al 70% in confront alle precedente spese per il riscaldamento. Se stai acquistando una nuova costruizione residenziale, i tuoi risparmi possono essere anche maggiori, in quanto puoi risparmiare il 70% del tuo investimento per il riscaldamento e tutti i costi di manutenzione degli altri sistemi. Tutto questo è un dato calcolabile se guardiamo al costo totale dei sistemi di riscaldamento, che include manutenzione, consumo, durata e investimento.

 

4. Come calcolo il consumo stimato?

Il pannello IR del sistema di riscaldamento Ekosen viene acceso in media solo da 4 a 6 ore al giorno, se è delle giuste dimensioni e posizionato correttamente.

Ad esempio: Per un appartamento di 60 mq occorrono circa 4 kW per il riscaldamento con i pannelli IR SUNLIFE. In questo caso il calcolo del consumo è: 4 kW x 0,12 €/kWh x 5 ore/giorno x 180 giorni = 432 € all'anno. Se vuoi risparmiare qualche euro in più all'anno, ti consigliamo di scegliere un fornitore di energia elettrica più economico.

 

5. Cosa rende i pannelli IR del sistema di riscaldamento Ekosen così efficienti, se funzionano con l'elettricità?

Spesso ci si chiede, se questo sia forse un'inganno per i clienti, poiché i kilowatt di elettricità sono più costosi dei kilowatt di altre fonti di energia, ma a causa del diverso trasferimento di calore c'è una dinamica completamente diversa del trasferimento di calore e minori perdite, e quindi il pannello IR si accende molto di meno. Questo è un fatto, che si nota tra tutti gli utenti di tutto il mondo. Sono stati inoltre effettuati studi scientifici per dimostrare la maggiore efficienza del riscaldamento IR nel compensare le perdite di calore. È impossibile descrivere brevemente tutte le ragioni, perché sono eventi complessi, ma possiamo riassumere le cause principali:

  • L'elettricità viene convertita quasi al 100% in calore, che riscalda la stanza. Di conseguenza, non ci sono perdite attraverso il camino e i tubi.

  • Arrieggiare causa meno perdite, poiché viene assorbito più calore negli oggetti che nell'aria, quindi questa energia viene persa più lentamente quando le stanze vengono arrieggiate.

  • Il sistema è estremamente efficace, grazie anche alla sua posizione, il che è particolarmente evidente durante il periodo di transizione o l'uso occasionale degli spazi..

  • Maggiore effetto isolante dovuto all'essiccazione delle pareti. Infatti, le pareti umide in alcuni casi riducono l'effetto isolante fino al 50%.

  • Ogni stanza è controllata individualmente e in ognuna utilizziamo solo l'energia di cui abbiamo bisogno, cioè senza perdite.

 

6. Quali sono gli effetti sulla salute?

Il sistema di riscaldamento IR Ekosen riduce indubbiamente la quantità di polvere e microrganismi nell'aria, a causa della minore circolazione dell'aria, che è naturalmente presente nei normali radiatori (con il riscaldamento a convezione tradizionale). Gli effetti positivi si riflettono quindi spesso nella riduzione di allergie e malattie respiratorie e nel miglioramento del benessere. Vari studi anche mostrano gli effetti positivi del calore IR sulla funzione cellulare.

Comunque, il calore IR nella stessa forma viene emesso da tutti ciò che ci circonda e anche da te stesso. Strofina i palmi delle mani e avvicinali, questo è il calore IR pari al calore emesso dai pannelli SUNLIFE. Secondo la letteratura scientifica, gli effetti sulle cellule che ricevono calore IR sono estremamente positivi, ed esistono anche terapie termiche IR ufficialmente riconosciute e utilizzate. Il riscaldamento a infrarossi viene utilizzato anche nelle incubatrici per neonati.

 

7. Chi garantisce che non ci siano effetti dannosi nel riscaldamento a infrarossi e dove sono le prove degli effetti positivi?

Sul nostro sito web www.ekosen.si sono presenti collegamenti a fonti riguardanti il calore IR ed i suoi effetti sul corpo. L'organizzazione internazionale ufficiale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti afferma, che le onde di calore a onde lunghe non pongono alcun problema per la salute (http://www.icnirp.org/cms/upload/publications/ICNIRPinfrared.pdf)

Le misurazioni sono state eseguite anche presso l'INIS (Istituzione per le radiazioni non-ionizzanti). In quanto si tratta di un'organizzazione indipendente e non governativa, l'INIS è registrato per la ricerca e lo sviluppo nel campo interdisciplinare delle radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti. All'interno dell'INIS esiste un gruppo qualificato, per i compiti di ricerca e sviluppo più impegnativi nel campo del controllo tecnico, amministrativo, legale e sanitario sulle radiazioni non ionizzanti. Maggiori informazioni riguardo i test puoi trovare QUITUKAJ

Da vari studi scientifici ed opinioni ufficiali, si può capire facilmente, che si tratta di effetti molto positivi, i quali non vengono sottolineati da parte nostra consapevolmente, perché proponiamo principalmente un riscaldamento economico ed efficiente, lasciando eventuali terapie e cure alla medicina.

 

8. I pannelli di riscaldamento IR scaldano e riscaldano abbastanza?

Sì. Ovviamente. Possiamo affermare con certezza, che con il riscaldamento IR otteniamo temperature ambiente più favorevoli utilizzando meno energia rispetto al riscaldamento a convezione classico. La maggior parte della gente pensa, che la sensazione di calore dipenda dal calore dell'aria, il che è sbagliato, poiché il comfort termico dipende da una serie di fattori, tra cui anche la temperatura media del ambiente esterno e la presenza del vento sono fondamentali. Esempio: gli sciatori e gli alpinisti non si congelano nemmeno quando sono circondati da aria fredda e gelo. La ragione di ciò è che sono avvolti da onde termiche IR emanate direttamente dal sole (calore solare) e da un ambiente in grado di riflettere efficacemente questi raggi (neve, pietra, terra...). Possiamo affermare con certezza, che con il riscaldamento IR possiamo creare un comfort termico completo ovvero la corretta temperatura dell'aria e dell'ambiente, indipendentemente dalla complessità della situazione.

 

9. Abbiamo freddo con il riscaldamento IR sotto il tavolo?

No, per niente. Anzi, non è affatto freddo sotto il tavolo, poiché il calore a infrarossi viene riflesso da tutti gli oggetti e riscalda indirettamente l'intera stanza, il che è confermato anche da tutti gli utenti del riscaldamento IR. Sappiamo che fa freddo sotto il tavolo con il modo di riscaldamento a convezione, poiché l'aria calda sale verso il soffitto e rimane fredda in basso sul pavimento. Con il riscaldamento a infrarossi, il calore è distribuito uniformemente in tutta la stanza. Solamente sotto il pannello fa un po' più caldo.

 

10. In che modo il sistema di riscaldamento IR EKOSEN è diverso dagli altri fornitori di riscaldamento IR?

Esistono diversi tipi e produttori di sistemi di riscaldamento IR. Tra questi, ci sono differenze technologiche, di design e di qualità, da cui si traducono in differenze nella durata, nella sicurezza, nell'usabilità e nell'efficienza dei prodotti. I venditori spesso citano innovazioni esotiche che di solito sono solo miglioramenti teorici di soluzioni già note, trascurando le basi: durata, prova e aspetto e aspetto. I pannelli riscaldanti SUNLIFE IR sono stati creati in collaborazione con i principali produttori mondiali di pannelli riscaldanti IR. I pannelli SUNLIFE IR hanno la garanzia più lunga in Europa e molte raccomandazioni da parte di clienti soddisfatti. In sintesi: l'esclusivo controller IR Sun, che trasforma il sistema di riscaldamento nei pannelli SUNLIFE IR più comodi e precisi e gli installatori elettricisti comprovati, completano il sistema di riscaldamento EKOSEN IR.

 

11. Quanto grande è l'investimento nel sistema di riscaldamento a infrarossi Ekosen?

La fascia di prezzo è ampia. Dipende dalle dimensioni degli spazi, dalle perdite di calore, dal numero dei pannelli e regolatori IR, dalla classe tariffaria dei pannelli IR. L'investimento nel sistema di riscaldamento Ekosen, a chiavi in ​​mano, è compreso tra 25 e 55 EUR / m2. Poiché si tratta di un investimento a lungo termine, offriamo anche una visita professionale della struttura per garantire i calcoli ottimali e servizi di alta qualità.

 

12. Perché il riscaldamento classico non è la scelta migliore?

L'aria disidratata provoca l'aumento della polvere e il calore è distribuito in modo non uniforme nella stanza (calore sotto il soffitto)...La maggior parte dei sistemi di riscaldamento funziona secondo il principio della circolazione dell'aria. L'aria riscaldata sale e l'aria raffreddata scende, provocando la circolazione naturale dell'aria. In una stanza riscaldata in questa maniera, la temperatura dell'aria è più alta, la perdita di umidità è maggiore e inoltre si solleva la polvere.

Tutto ciò può causare un'atmosfera secca e inquinata nella stanza, che ha conseguenze negative per la nostra salute e il nostro benessere. A causa delle differenze termiche tra il pavimento ed il soffitto, a volte anche fino a 10 °C, molte persone hanno una continua sensazione di piedi freddi.

Un modo inappropriato per tentare di diminuire le conseguenze negative è usare un ventilatore. Non solo aumenta il sollevamento della polvere e la perdita dell'umidità dell'aria, l'alta temperatura del dispositivo può trasformare parzialmente la normale polvere domestica in fuliggine, che poi distribuisce nella stanza.

 

13. Perché l'efficienza è maggiore se i pannelli IR sono montati a soffitto e non a parete?

In pratica, non è sempre così, perciò è necessaria la visita di uno specialista del riscaldamento IR, che consiglia l'installazione ideale dei pannelli IR. La distanza tra le pareti opposte è solitamente maggiore di 3 m, la distanza tra il soffitto e il pavimento è di circa 2,5 m, le pareti esterne hanno spesso un flusso di calore maggiore rispetto al pavimento, quindi il calore infrarosso si accumula sul pavimento con minori perdite. Anche se il pannello è sul soffitto, ciò non significa che tutta l'energia vada a terra. Il calore viene trasmesso in tutta la stanza allo stesso modo della luce quando è accesa. Viene assorbito da oggetti e pareti, in modo che la temperatura sia il più uniforme possibile. Alla fine, l'intera stanza serve da radiatore a bassa temperatura.

In alcuni casi, l'installazione a parete dei pannelli è più economica. Il pannello a infrarossi viene montato a parete principalmente sulle scalinate, corridoi o come accessorio in soggiorno. Se i pannelli IR sono montati sulle pareti, i costi del riscaldamento potrebbero essere più elevati, ma potrebbero anche non esserci differenze evidenti se posizionati correttamente. Pertanto, è una buona idea consultare uno specialista del riscaldamento IR prima di prendere una decisione.

 

14. Come oscilla il consumo con i pannelli IR?

Un esempio di oscillazione del consumo con il riscaldamento IR in una casa di 150 m2 e con un isolamento medio-buono.

I risparmi sono maggiori nel periodo di transizione rispetto alla stagione principale. Se ad es. il consumo a gennaio è di 195 €, non bisogna moltiplicare per 6 mesi, ma dobbiamo tenere conto dei fattori compresi tra 3, 6 e 4. Se prendiamo in considerazione il fattore errato (6), il consumo sarebbe di 1170 € all'anno. In pratica invece, il consumo annuo è di 807 euro. I test hanno dimostrato già anni fa, che i risparmi con il riscaldamento IR nel periodo di transizione sono di circa 60%, e in Slovenia addirittura del 70%. In alta stagione il risparmio è del 30%, per la Slovenia è di circa 35%. In media, i risparmi con il riscaldamento IR sono tra il 50% e il 60%. La ricerca è stata condotta presso la Kaiserslautern Technical University (Germania) e può essere visualizzata su www.raziskava-infra.si/nem.

Inoltre, dobbiamo tenere conto, che il consumo dell'elettricità è superiore tra i 10 e i 20 euro durante l'inverno, poiché utilizziamo anche gli altri strumenti elletrici più a lungo - passiamo più tempo davanti al computer o allo schermo della TV, la luce rimane accesa per più tempo, cuciniamo anche di più, ecc.

 

15. Provvedete anche il montaggio dei pannelli IR?

Ovviamente effettuiamo il montaggio. Gli standard che ci siamo prefissati nell'azienda Ekosen garantiscono servizi di qualità in tutte le fasi dell'processo d'acquisto. L'azienda EKOSEN fornisce un servizio completo, dalla consulenza professionale alla vendita e al montaggio di qualità. L'installazione viene eseguita da elettricisti e installatori professionisti, con i migliori strumenti e materiali per il montaggio. Questo evita inutili stress durante l'esecuzione e la durata del montaggio. I nostri installatori lasciano un ambiente ordinato (eseguono anche stuccature). La garanzia per i migliori pannelli IR del sistema di riscaldamento Ekosen è valida fino a 15 anni.

 

16. Possiamo riscaldare l'acqua calda sanitaria con I pannelli IR?

No. La soluzione può essere uno scaldacqua OGB SMART di Gorenje, che è molto economico. Per una famiglia di quattro persone è sufficiente uno scaldabagno da 80 l, 100 l o 120 l. Si può ottenere il massimo con un basso investimento. In pratica, per una famiglia di quattro persone, il consumo è solo tra 8 e 10 euro al mese.

 

17. Ho bisogno di uno spazio per la caldaia con il riscaldamento IR?

Con il sistema di riscaldamento IR non abbiamo bisogno di uno spazio aggiuntivo, in quanto i pannelli sono montati a soffitto o a parete. Non serve uno spazio per la caldaia o il serbatoio dell'olio combustibile. Inoltre non abbiamo bisogno di un sistema di tubazioni e termosifoni, ecc.

 

18. Perché proporre il rivestimento/vernice a risparmio energetico THERMOSUN insieme ai pannelli IR?

Perché si completano perfettamente. THERMOSUN è una speciale vernice termoceramica, che grazie alla sua qualità, si colloca tra i migliori prodotti della sua specie. È realizzata per aumentare l'uso del calore IR naturale ed ottenere risultati ancora migliori nel riscaldamento IR. Il comfort termico migliora notevolmente e la sensazione sgradevole delle pareti fredde diventa un ricordo del passato, dato che non è più necessario alzare la temperatura sul termostato e di conseguenza i costi del riscaldamento sono immediatamente inferiori.

 

19. Come funziona l'acquisto del sistema di riscaldamento IR Ekosen?

Semplicemente. Contattaci, fisseremo un appuntamento con nostro specialista del riscaldamento IR e ti forniremo le informazioni necessarie. Per fare un'offerta, puoi anche prenotare un appuntamento negli showroom San Polo di Piave (TV), a Mengeš (vicino a Lubiana), a Miklavž na Dravskem polje (vicino a Maribor), a Capodistria, e in Croazia a Zagabria e Split. Dopo aver completato la visita e avrete deciso per l'acquisto, volendo, provvederemo anche al montaggio.

 

20. Come'è con la garanzia sul riscaldamento IR?

La garanzia dipende dal prodotto. Abbiamo una garanzia di 15 anni per i nostri migliori pannelli IR.